Il Porto di Salerno

Il Porto di Salerno

Con la sua posizione nel centro del Mediterraneo il Porto di Salerno, situato nell’omonimo golfo del Mar Tirreno, costituisce un elemento propulsivo dell’economia regionale, nazionale ed internazionale. Si estende da Vietri sul Mare alla radice del “Molo 3 Gennaio”, su una superficie di 1,7 milioni di mq dei quali 500.000 mq costituiti da aree a terra destinati per 250.000 mq al deposito e movimentazione, e per 250.000 mq a strade di circolazione e aree di servizio.

Gli ingenti investimenti infrastrutturali, la favorevole posizione geografica e l’efficiente gestione fanno del Porto di Salerno un’eccellenza della portualità italiana, affermandosi come nodo strategico dei collegamenti internazionali commerciali.

Le aziende della Amoruso Group gestiscono circa il 25% della superficie totale disponibile per la movimentazione e lo stoccaggio delle merci e l’85% della cubatura totale dei magazzini presenti. Il Porto è collegato all’Autostrada A3 mediante un raccordo stradale (via Alfonso Gatto) che evita al traffico delle merci l’attraversamento della città. Nel 2012 è stato approvato il progetto Salerno Porta Ovest, grazie al quale il Porto verrà collegato agli svincoli dell’autostrada Napoli-Salerno a Cernicchia. Svolge dunque un ruolo importante al servizio del sistema industriale e commerciale campano, con un’utenza che comprende l’intero Sud Italia.

La posizione del Porto tra le costiere amalfitana e cilentana, le isole partenopee, le aree archeologiche di Paestum e Pompei, rende la stazione marittima un punto d’approdo ideale per il traffico, non solo commerciale, ma anche crocieristico. L’amministrazione comunale affidò all’architetto Zaha Hadid il compito di realizzare una stazione marittima d’avanguardia, destinata a diventare uno dei simboli di Salerno. L’opera è stata ultimata nel 2013.

Nel 2010 a Lisbona il Porto di Salerno è nominato miglior porto europeo per movimentazione merci e passeggeri rispetto allo spazio disponibile. Inoltre, la commissione europea ha espresso vivo apprezzamento per il grado di sicurezza dello scalo salernitano e lo ha selezionato per una conferenza continentale sulla sicurezza in ambito portuale presentando il proprio Port Security Plan. E’ stato presente all’Expo di Shangai (2010). Da anni il Porto partecipa con un proprio spazio espositivo al Cruise Shipping di Miami. Dal 2013 è tra i 319 porti considerati “chiave” dall’U.E. La stazione marittima offrirà servizi collegati al traffico crocieristico quali: servizio portabagagli, ufficio informazioni, taxi ed autonoleggio, un servizio navette per il centro cittadino, punto ristoro bar, box per agenzia di viaggio turistica e marittima, area controlli doganali, finanza e polizia oltre a spazi per manifestazioni artistiche.

Situato ai confini della città, il Porto di Salerno ha un accesso facilitato sia al nodo autostradale sia alla stazione ferroviaria. Esso è perfettamente collegato, mediante la rete stradale ed autostradale, alla piattaforma logistica di Nola-Marcianise, a quella in via di realizzazione a Pontecagnano-Battipaglia ed all’Aeroporto di Capodichino (Napoli). È collegato funzionalmente, attraverso un servizio di feederaggio, con tutti i porti di transhipment del Mediterraneo e, in particolare, con il porto di Gioia Tauro, nonché con i porti dell’alto Tirreno insieme ai quali costituisce un sistema logistico di grande efficienza.

Dai varchi portuali si accede direttamente al viadotto, che porta all’autostrada A3 (Napoli-Salerno-Reggio Calabria), e quindi al raccordo autostradale Salerno-Avellino che si canalizza sulla A16 (Napoli-Bari) con uscita per Benevento e Foggia e sulla A30 (che collega Salerno a Nola e Caserta e si innesta poi sulla Napoli-Roma). Inoltre esiste un asse viario di scorrimento (tangenziale di Salerno) che collega, evitando il centro della città, il nodo autostradale salernitano con il comune di Pontecagnano, e che attraversa l’intera zona industriale di Salerno.

Il Piano Regolatore del Porto di Salerno

Il Porto commerciale di Salerno è iscritto nella I classe della II categoria dei Porti marittimi nazionali (Decreto Interministeriale del 22/07/1975). Il porto di Salerno (iscritto nella I classe della II categoria dei Porti marittimi nazionali con Decreto Interministeriale del 22/07/1975) possiede un Piano Regolatore generale approvato dal Genio Civile e con decreto interministeriale nel 1974. Nel 2010 è stato approvato un progetto finalizzato all’adeguamento dello Scalo salernitano agli standard dimensionali delle navi di nuova generazione, che richiedono pescaggi fino a 14 m di profondità. Esso prevede, rispetto al vigente Piano
Regolatore Portuale, la realizzazione di opere portuali quali l’allargamento dell’imboccatura portuale e prolungamento del molo di sopraflutto, l’approfondimento dei fondali portuali, il prolungamento del Molo Trapezio e del Molo Manfredi.

Nel settembre del 2011 sono stati finanziati dall’U.E. 73 milioni di euro per l’adeguamento alle nuove esigenze del traffico commerciale e crocieristico nell’ambito dei “Grandi Progetti”. Il Grande Progetto del Porto di Salerno prevede l’esecuzione di opere in corso di progettazione quali la modifica con ampliamento dell’imboccatura portuale, il consolidamento del Molo Trapezio Ponente (380 m di lunghezza) e della testata del Molo Trapezio (100 m di lunghezza), l’escavo dei fondali portuali, attività indispensabile al fine di consentire l’ingresso e la manovra, in condizioni di sicurezza, a navi commerciali di nuova generazione che richiedono pescaggi fino a 14 m.

Altri interventi facenti parte del Piano sono la realizzazione di nuove briccole al Molo Ponente, la realizzazione della nuova sede dell’Autorità Portuale, la realizzazione del progetto denominato Porta Ovest e la sistemazione della viabilità con un viale alberato. Tale adeguamenti, peraltro già realizzato per buona parte e coperto finanziariamente dai fondi europei gestiti dall’Autorità Portuale, garantiscono le necessarie infrastrutture agli operatori portuali, agli armatori ed a tutti quanti utilizzano il porto di Salerno, e permettono loro di svilupparsi nel prossimo ventennio.

Aziende del Gruppo Amoruso

Amoruso Giuseppe Spa - Porto di Salerno Terminal Frutta - Porto di Salerno Salerno Cruises - Porto di Salerno Vitale Luigi & C - Porto di Salerno

Amoruso Group

Top